Vai menu di sezione

Servizio Bacini montani

Contatti
Riferimenti utili:

Dirigente dott. Roberto Coali

Telefono:
0461 495704
Indirizzo e-mail:
Indirizzo e-mail pec:
Sede:
Tre Torri PAT
Indirizzo:
Via Trener, 3 | TRENTO
CAP:
38122
Posizione GPS:

Come arrivare

Competenze
  • provvede alla trattazione degli affari in materia di sistemazioni idraulico-forestali nei bacini montani e su torrenti, fiumi, laghi e fosse di bonifica di competenza provinciale, finalizzate prioritariamente alla stabilità del territorio e alla sicurezza della popolazione
  • provvede all’amministrazione e gestione del demanio idrico provinciale e collabora con le strutture competenti alla vigilanza ed al contenzioso con particolare riferimento alla polizia idraulica ed alla predisposizione di atti e pareri inerenti la pianificazione e la gestione del territorio
  • provvede agli adempimenti tecnico-amministrativi riguardanti la pianificazione, la programmazione, la progettazione e l’esecuzione delle opere di sistemazione idraulico-forestale, di quelle lacuali e portuali, mediante il sistema dell’economia, preferibilmente nella forma dell’amministrazione diretta, o mediante l’appalto
  • provvede alla manutenzione delle opere idrauliche, lacuali, portuali e degli alvei dei corsi d’acqua e dei laghi, nonché delle attrezzature, strutture ed infrastrutture necessarie alla gestione degli ambiti di competenza
  • assume direttamente e gestisce, con contratto di diritto privato, il personale operaio necessario all’esecuzione delle opere e dei lavori di competenza realizzati in amministrazione diretta
  • collabora alle attività di prevenzione ed al pronto intervento per calamità pubbliche, anche affidate al Corpo Forestale Provinciale e svolge il servizio di piena ad esclusione del monitoraggio idrometeorologico
  • cura direttamente o in collaborazione con le altre strutture competenti l’informazione ai cittadini e alle istituzioni pubbliche e private in merito ai pericoli derivanti dagli eventi alluvionali, alle strategie provinciali per la gestione del rischio ed alla propria attività
  • per le attività tecniche e amministrative relative alla gestione del demanio idrico e della polizia idraulica può avvalersi, sulla base di programmi generali concordati, del supporto delle strutture forestali decentrate
  • predispone, per gli aspetti di competenza, gli atti e le azioni previste dal decreto legislativo 23 febbraio 2010, n. 49 (Attuazione della direttiva 2007/60/CE relativa alla valutazione e alla gestione dei rischi di alluvioni), nonché quelli in merito alle attività di verifica e aggiornamento delle carte del pericolo
Pubblicato il: Mercoledì, 28 Novembre 2018 - Ultima modifica: Lunedì, 14 Febbraio 2022

Valuta questo sito

torna all'inizio