Vai menu di sezione

Normativa provinciale in sviluppo

La Provincia Autonoma di Trento è attualmente impegnata nella revisione dell’impianto normativo concernente la difesa delle alluvioni in Trentino.

L’obiettivo è quello di promuovere una gestione integrata dei pericoli naturali, focalizzandosi sull'importanza delle misure di prevenzione, preparazione e protezione.

Il riassetto normativo che ne discende ha portato alla definizione di nuovi strumenti cartografici, in particolare le 'Carte della Pericolosità', la 'Carta di Sintesi della Pericolosità' e la 'Carta Generale dei Rischi' che rispondono alla necessità di fornire un quadro di riferimento organico per le attività di pianificazione e trasformazione del territorio.

 

Carte della Pericolosità

Nel 2018, con la delibera della Giunta Provinciale del 14 settembre 2018, n. 1682, è stato approvato lo stralcio delle Carte della Pericolosità relativo ai territori del Comune di Trento e dei Comuni di Aldeno, Cimone, Garniga Terme, del Comune di Caldonazzo e territorio dei comuni compresi nella Comunità Rotaliana-Königsberg.

Nel 2019, con la delibera della Giunta Provinciale del 19 luglio 2019, n. 1067, sono state adottate preliminarmente su tutto il territorio provinciale le Carte della Pericolosità, dando avvio alla fase di partecipazione dei comuni territorialmente interessati ai sensi del comma 7 dell’art. 10 della legge provinciale del 1 luglio 2011, n. 9 estendendo la consultazione, con possibilità di produrre osservazioni, anche ai cittadini.

I criteri e la metodologia per la redazione e l’aggiornamento delle Carte della Pericolosità sono definiti dal documento di riferimento approvato dalla Giunta Provinciale, nell'ultima versione, con la delibera del 19 luglio 2019, n. 1066.

 

Carta di Sintesi della Pericolosità

Nel 2018, con la delibera della Giunta Provinciale del 7 settembre 2018, n. 1630, è stato approvato lo stralcio della Carta di Sintesi della Pericolosità relativo ai territori del Comune di Trento e dei Comuni di Aldeno, Cimone, Garniga Terme, del Comune di Caldonazzo e territorio dei comuni compresi nella Comunità Rotaliana-Königsberg.

Nel 2019, con la delibera della Giunta Provinciale del 19 luglio 2019, n. 1080, è stata adottata preliminarmente su tutto il territorio provinciale la Carta di Sintesi della Pericolosità, dando avvio alla fase di partecipazione dei comuni territorialmente interessati ai sensi del comma 7 dell’art. 10 della legge provinciale del 1 luglio 2011, n. 9 estendendo la consultazione, con possibilità di produrre osservazioni, anche ai cittadini.

Le disposizioni tecniche per la redazione della Carta di Sintesi della Pericolosità sono definite dal documento di riferimento approvato dalla Giunta Provinciale, nell'ultima versione, con la delibera del 19 luglio 2019, n. 1078. Gli effetti urbanisti sono contenuti nella delibera di pre-adozione (delibera della Giunta Provinciale del 19 luglio 2019, n. 1080).

In vigore

Fino all'approvazione del primo aggiornamento, dal punto di vista normativo e cartografico nei territori dello stralcio rimane in vigore ciò che è stato approvato con le delibere del 7 settembre 2018, n. 1630 (Carta di Sintesi delle Pericolosità) e del 14 settembre 2018, n. 1682 (Carte della Pericolosità) mentre, nel restante territorio provinciale, rimangono in vigore la Carta di sintesi geologica e la Carta del rischio idrogeologico del Piano Generale di Utilizzazione delle Acque Pubbliche.

Con l'adozione della Carta di Sintesi della Pericolosità, ai sensi dell’articolo 22, comma 2 della legge provinciale per il governo del territorio (L.P. del 4 agosto 2015, n.15) stabilisce che, con l’entrata in vigore della Carta di sintesi della pericolosità cesseranno di applicarsi le disposizioni del Piano Generale di Utilizzazione delle Acque Pubbliche in materia di uso del suolo.

 

Fino al 30 settembre 2019 le Carte della pericolosità e la Carta di Sintesi della pericolosità sono pubblicate all'indirizzo web della Protezione civile (link) per la presentazione di osservazioni nel pubblico interesse. Le osservazioni vanno trasmesse al Servizio Urbanistica e tutela del paesaggio.

 

I cardini del nuovo impianto normativo sono costituiti dalle tre Leggi, descritte sinteticamente in questa sezione di cui si riportano i link per gli approfondimenti.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Mercoledì, 30 Gennaio 2019 - Ultima modifica: Mercoledì, 30 Ottobre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto